lunedì 30 ottobre 2017

Spaghetti di farro con calamari, mazzancolle e datterini



Ingredienti per 2 persone :

160 gr. di spaghetti di farro integrale Grano Armando
300 gr. di calamaretti
10 code di mazzancolle
12 pomodori  datterini
1 spicchio d’aglio
1 foglia di alloro
sale fino q.b.
un pizzico di peperoncino dolce Bonomo
olio extra vergine di oliva Bonomo

Da uno dei cereali più antichi “ il farro “ nasce un prodotto genuino ad alta digeribilità. Il Farro Integrale di Armando è ideale per un’alimentazione equilibrata e fonte di fibre: una gustosa alternativa alla pasta di grano duro . Per la ricetta di oggi ho scelto degli spaghetti di farro integrale , formato  ideale per questo sugo di pesce veloce da realizzare e ricco di sapore .




Pulite i calamaretti , lavateli con cura , poi tagliateli a rondelle .
Con una forbice tagliate a metà nel senso della lunghezza le code di mazzancolle , eliminate il budellino centrale , poi lavatele con cura .
Fate scaldare in una padella cinque cucchiai di olio extra vergine di oliva con una spicchio d’aglio e una foglia di alloro, aggiungete i calamaretti e fateli saltare velocemente per 5 minuti , poi toglieteli dal tegame e posizionateli in un piatto . Nello stesso tegame versate le mazzancolle e fatele saltare per 2 minuti , poi posizionatele nel piatto con i calamaretti .
Tagliate a metà i pomodori datterini , versateli nel tegame dove avete fatto saltare i calamaretti e le mazzancolle ( ottenendo così un fondo di pesce ) e fateli saltare per 5 -6 minuti, aggiungendo se necessario un filo di olio extra vergine di oliva . A fine cottura aggiungete il sale e un pizzico di peperoncino dolce .
Fate cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata , scolateli al denti poi fateli saltare nella padella con i datterini, assieme ai calamaretti e alle code di mazzancolle.
 
Presentazione : porre al centro del piatto un nido di pasta, decorare intorno con delle gocce di olio al basilico e a piacere con un ciuffetto di finocchietto selvatico .



Share:

sabato 28 ottobre 2017

Tagliatelle con zucchine friulane, pomodoro e sentori di bottarga



Ingredienti per 4 persone :

250 gr. di tagliatelle all’uovo Filotea
3 zucchine rugose friulane
1 pomodoro ramato
2 pomodorini a ciliegia
1 cucchiaio di olive taggiasche
½ cucchiaino di bottarga
1 spicchio d’aglio
timo limone
sale fino
pepe nero
olio extra vergine di oliva Bonomo

Le zucchine rugose friulane hanno polpa bianca e soda , si prestano a varie cotture , ma anche semplicemente lessate sono ottime , rimangano sode ed assorbono poca acqua . Oggi le trovate dal mio fruttivendolo ed ho deciso di realizzare questo primo piatto .



Procedimento : in una padella scaldare l'olio con lo spicchio d'aglio  , quindi aggiungere le zucchine tagliate a cubetti e un rametto di timo limone, farle saltare per alcuni minuti, poi aggiungere 3 cucchiai di acqua, abbassare la fiamma e portare a cottura. Al termine salate e pepate . Schiacciate con una forchetta una parte delle zucchine , al fine di dare alla ricetta una certa cremosità.
 
Divedere il pomodoro in quattro pezzi , eliminare i semi , quindi tagliarlo a piccoli cubetti , porli in una ciotola con sale , pepe e un filo di olio extra vergine di oliva .
 
Cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolarle al dente , poi farle saltare nella padella con le zucchine a due consistenze , assieme ai cubetti di pomodoro , alle olive e alla bottarga.
 
Presentazione : porre al centro del piatto un nido di tagliatelle , decorare con mezzo pomodorino e uno stelo di timo limone , intorno con dei cubetti di pomodoro e di zucchina friulana.









Share:

mercoledì 25 ottobre 2017

Tagliolina al limone con ragù di cinghiale



Questa sera sono tornata a casa tardi, ero stanchissima , e per cena desideravo qualcosa di buono e confortante ma anche veloce da preparare ; ho aperto la dispensa ed ho selezionato gli ingredienti per realizzare una bella ricetta, che fosse gradita a me ed anche a Diocleziano.

Ingredienti per 2 persone :

160 gr. di tagliolina al limone trafilata al bronzo Tarall’oro
1 vasetto di ragù di cinghiale Cuore d’Italia
mosto cotto q.b.
olio extra vergine di oliva Bonomo

La tagliolina al limone prodotta dal pastificio di Bari Tarall’oro srl è ottenuta esclusivamente dalla lavorazione di semola di grano duro extra calibrata, acqua e olio essenziale di limone senza aggiunta di conservanti, né coloranti; trafilata in stampi di bronzo ed essiccata lentamente a basse temperature. Porosità, rugosità e tenacia sono qualità che permettono questa pasta di trattenere al meglio sughi e condimenti.

 Il ragù di cinghiale Cuore d’Italia è ideale con la pasta fresca e secca ,  il sugo è pronto da versare direttamente sulla pasta appena scolata.  Ottimo anche per condire pizza, carni, pesce e crostini.
Salsa a base di pomodoro, preparata secondo una ricetta tradizionale con carne di cinghiale, macinata in modo tale che la grana rimanga ben evidente e apprezzabile all’assaggio. Preparato secondo tradizione marchigiana. Senza l'aggiunta di conservanti, ne coloranti.


Procedimento : dopo aver aperto il vasetto , versare il sugo di cinghiale in un piccolo tegamino  con un filo di olio extra vergine di oliva e quindi scaldarlo a fuoco lento . Nel frattempo cuocere la tagliolina al limone in acqua bollente salata secondo le info indicate sulla confezione , poi scolarla al dente . Far saltare la pasta nel sugo di cinghiale , servire il piatto ben caldo , decorare intorno con delle gocce di mosto cotto , accompagnarlo  a piacere con una spolverata di pecorino.

Io lo dico sempre per fare un gran piatto bastano pochi ingredienti , ma devono essere di altissima qualità.

Vino consigliato : Montefalco rosso DOC 2013 Cantina Colle Mora .


Share:

venerdì 20 ottobre 2017

Rotolini di sogliola al vapore con giardino di verdure saltate





Ingredienti per 4 persone :

4 filetti di sogliola ( peso totale 400 gr. )
1 peperone rosso
1 peperone giallo
2 zucchine
150 gr. di funghi galletti
30 gr. di lattughino
10 gr. di rucola
10 gr. di basilico
1 cucchiaio di lamelle di mandorle
3 foglie di alloro
1 spicchio d’aglio
sale fino
pepe nero
olio di semi di mais

Procedimento : lavate e mondate le verdure , quindi tagliate a cubetti zucchine e peperoni. Affettate i funghi , lasciando alcuni cappelli interi.

Posizionate nel frullatore il lattughino, la rucola , il basilico , le mandorle e un filo di olio di semi di mais, frullare sino ad ottenere una salsa grossolana ( voglio che siano riconoscibili i colori e i sapori delle verdure e la consistenza delle mandorle ). Aggiungete un pizzico di sale,  versate il pesto ottenuto in una ciotola ,copritelo e fatelo riposare in frigo.

Ungete una wok con un leggero spruzzo di olio di semi di mais, posizionatela sul fuoco e quando è calda versate prima le zucchine , fatele cuocere per 2 minuti poi versate i cubetti di peperone , fate saltare a fuoco alto, la cottura deve essere breve e le verdure devono risultare croccanti . A fine cottura salate , pepate e mantenete al caldo.
 
Fate rosolare in una padella uno spicchio d’aglio con un filo di olio di semi di mais, aggiungete prima le cappelle dei funghi fatele cuocere per 5 minuti , poi i funghi affettati , mescolate e portate a cottura. Al termine salate , pepate e mantenete al caldo.
 
Lavate con cura i filetti di sogliola , tamponateli con carta cucina e con un coltello affilato eliminate la pelle . Spolverate ogni filetto con un pizzico di sale , solo da un lato . Arrotolate ogni filetto a forma di involtino e fissatelo con dello spago da cucina .
 
Disponete il cestello per la cottura a vapore assieme a 3 foglie di alloro, quando l’acqua giunge a bollore, posizionate i rotolini di sogliola , coprite e portate a cottura ( circa 10 minuti ). Una volta cotto estraete il pesce dal cestello posizionatelo in un piatto, eliminate lo spago e dividete ogni filetto in 3 parti .
Stendete sul piatto il pesto di lattughe, posizionare sopra le verdure saltate , i rotolini di sogliola al vapore ed infine i cappelli dei funghi galletti. Decorare a piacere con uno stelo di erba cipollina.

Ricetta pubblicata sul sito : Abbassiamo il colesterolo



Share:

lunedì 16 ottobre 2017

Tagliere di formaggi con confettura extra di zucca



E’ arrivata la stagione della zucca , un frutto dell’autunno che io adoro anche perché è molto versatile in cucina , e nel corso di questi 8 anni di blog vi ho proposto molte ricette con la zucca.
Oggi vi propongo un tagliere di formaggi abbinato ad una confettura extra di zucca realizzata dall’azienda agricola friulana Bertoia


Ingredienti: zucca 58,4%, zucchero di canna, succo di limone, gelificante: pectina, correttore di acidità: acido citrico.
Frutta utilizzata per 100gr: 64gr Zuccheri totali per 100gr: 48gr .
 
Del formadi frant vi avevo già parlato in precedenza nel blog , è un formaggio tradizionale della Carnia, concepito per utilizzare altre varietà di formaggi portatori di difetti o impossibilitati a seguire il regolare processo di maturazione-stagionatura. E' preparato secondo un'antica ricetta locale e consiste in una miscela di formaggi di vari tipi che vengono frantumati, lavorati a mano con l'aggiunta di panna, latte, sale, pepe e aromi . Viene poi stagionato in cilindri di legno pregiati . E' un formaggio molto saporito, dal gusto complesso .

Oggi in questo tagliere vi presento due vere chicche che ho scoperto ad un mercatino d’autunno :

 Il formadi frant all’arancia candita e mandorle

Il formadi frant ai fichi , pistacchi e noci

Al tradizionale formadi frant sono stati aggiunti alcuni ingredienti tipici della stagione autunnale creando un connubio di sapori che io ho gradito molto. Sono formaggi nati dall’abilità e dalla genialità di un casaro friulano di cui vi parlerò in seguito .

I tagliere è così  composto da sinistra a destra nella foto :

formaggio formadi frant ai fichi, pistacchi e noci
formaggio tradizionale formadi frant
formaggio formadi frant all’arancia candita e mandorle
formaggio Piave DOP vecchio selezione oro
confettura extra di zucca Azienda agricola Cesare Bertoia

Un tagliere di formaggi abbinato a questa confettura extra di zucca ideale per il periodo autunnale , perfetto anche per le prossime festività natalizie .
 
Come vino ho abbinato a questo tagliere di formaggi un Traminer aromatico Tenuta Luisa .
Share:

martedì 10 ottobre 2017

Sandwich con ricotta , ananas e cioccolato




Oggi vi presento uno snack facile , leggero e goloso ideale per la merenda dei bimbi e degli adulti . Alcuni bambini non amano frutta e verdura, e allora per invogliare i bambini a mangiare la frutta, può essere di aiuto servirla in piccole porzioni e con alcuni trucchi . I vostri bambini adorano sandwich e toast ? Provate a realizzare assieme ai vostri bimbi questa ricetta; sono certa che oltre agli altri ingredienti sarà il cioccolato ( anche se usato in piccola quantità l’ingrediente che maggiormente li attirerà , e nel contempo inizieranno ad apprezzare la frutta .

Ingredienti per 2 pozioni :

4 fette di pane da sandwich
70 gr. di ricotta vaccina
il succo di mezza clementina Dole
½ ananas Dole
2 arance Dole
30 gr. di cioccolato nero fondente al 30%

Procedimento : setacciata la ricotta , aggiungete il succo di mezza clementina, mescolate bene sino ad ottenere un composto omogeneo.

Tagliate a 4 fette sottili di ananas e tenetele da parte , tagliate altre 3 fette di ananas a misura di circa 3 cm . di spessore , poi fatelo tagliare dai vostri bimbi a piccoli pezzi con un apposito coltello di plastica . Durante questa operazione state sempre vicino ai vostri bimbi, primo per una maggiore sicurezza e poi perché farete loro apprezzare la frutta fresca e l’arte della buona cucina .
 
Spadellate leggermente su una padella antiaderente i pezzetti ananas , senza l’aggiunta di altri ingredienti.
 
Grigliate da le fette di pane da sandwich, spalmate la ricotta e poi aggiungete l’ananas spadellato e terminate con una grattugiata di cioccolato amaro. Posizionare sopra l’altra fetta di pane e dividete il sandwich a metà. Spolverate i sandwich con velo di cioccolato grattugiato. Accompagnare il piatto con due fettine sottili di ananas al naturale .
 
Con il rimanente ananas e e con le due arance realizzate un succo da abbinare al sandwich . Desiderate dei consigli per realizzare merende sane e nutrienti per i vostri bimbi vi consiglio di visitare My Energy blog di Dole .





Share:

domenica 1 ottobre 2017

Pappardelle al ragù di cervo con crema di zucca e formaggio Piave DOP vecchio



Ingredienti per 6 persone :

360 gr. di pappardelle all’uovo Tarall’oro
500 gr. di polpa di cervo trita
2 scalogni
1 carota
1costa di sedano
1 spicchio d’aglio
450 gr. di zucca
300 ml. di brodo vegetale
1 foglia di alloro
2 bacche di ginepro
70 gr. di formaggio grattugiato Piave DOP vecchio selezione oro
50 gr. di formaggio in scaglie Piave DOP vecchio selezione oro
1 sacchetto  odoroso ( rosmarino, salvia , finocchietto, prezzemolo, 2 grani di ginepro )
200 ml. di vino rosso
sale q. b .
 olio extra vergine di oliva Bonomo

Il formaggio PIAVE DOP nasce in provincia di Belluno, ai confini del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi dove i foraggi ricchi di infiorescenze attribuiscono al latte particolari caratteristiche organolettiche . Il formaggio Piave raggiunge la sua massima espressione dopo una stagionatura di almeno un anno,  cioè quando la struttura diventa friabile ed il gusto pieno e assolutamente unico , ecco come nasce  il formaggio Piave DOP Selezione oro . La sua peculiarità è quella di rimanere sempre dolce, mai piccante e di aver un gusto fruttato e molto intenso, caratteristico delle stagionature più avanzate, con una forte persistenza al palato.

Procedimento : riducete la carota, il sedano e uno scalogno e mezzo in dadolata , quindi rosolateli in una casseruola capace con 3 cucchiai di olio assieme ad uno spicchio d’aglio e una foglia di alloro per 3′. Aggiungete la carne trita e fatela rosolare a fuoco alto per altri 3 ', quindi sfumate con il vino rosso e poi aggiungete 400 ml. di acqua in modo che la carne sia ben coperta dal liquido. Aggiungete il sacchettino di garza con tutti gli odori, coperchiate e lasciate sobbollire dolcemente per almeno 3 ore, aggiungendo eventualmente dell’acqua per evitare che il sugo si asciughi troppo. Al termine della cottura regolate di sale.

Per la crema di zucca : tagliare a cubotti la zucca e portarla a mezza cottura in una vaporiera , assieme ad una foglia di alloro. Togliere la zucca dalla vaporiera e eliminare la buccia quindi tagliarla a piccoli cubetti. Tritare finemente ½ cipollotto, farlo rosolare con un filo di olio d’oliva , poi aggiungere un po’ di brodo vegetale sino a farlo diventare morbido ; a questo punto aggiungete i cubetti fateli ben rosolare , aggiungete gradualmente del brodo e portate la zucca a cottura . Frullate la zucca con frullatore ad immersione, ottenendo così una morbida crema. Tenete da parte al caldo .

Cuocete le pappardelle in abbondante acqua salata, scolatele, conditele con il sugo di cervo .

Presentazione : porre al centro del piatto un piccolo mestolo di crema di zucca, spolverate la crema con del formaggio Piave vecchio e depositate al centro un nido di pappardelle . Decorare con scaglie di formaggio Piave vecchio . Servire le pappardelle ben calde .

Come vino ho abbinato a questo piatto



un Sagrantino di Montefalco Cantina Colle Mora .





Share:
Blogger Template Created by pipdig